Made in Italy Home
29/04 2016

Caravaggio Experience, l’esperienza del tutto inedita di vivere Caravaggio

Caravaggio EXPERIENCE è il titolo dell’imponente video installazione che ospitata a Palazzo delle Esposizioni da fine  marzo fino a domenica 3 luglio 2016. Abbiamo vissuto per voi questa “esperienza”.

Caravaggio Experience racconta in maniera del tutto inedita l’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio utilizzando l’innovativo approccio espositivo delle esperienze immersive che approdano in tale occasione per la prima volta a Roma.

Il sistema di multiproiezione di altissimo livello unisce immagini e suoni, ci ha portato a vivere un’esperienza unica sul piano sensoriale attraverso un incontro ravvicinato con il Maestro del Seicento. L’iniziativa nasce con l’obiettivo, decisamente raggiunto, di dare la possibilità di osservare e conoscere in modo nuovo l’opera di Caravaggio tramite un flusso di emozioni frutto del puro godimento dell’opera e attraverso proiezioni e ingrandimenti di altissima qualità.

Cinquantasette i capolavori dell’artista scorrono davanti ai nostri occhi nell’arco di cinquanta minuti riprodotti attraverso l’uso di trentatrè proiettori in Alta Definizione con risoluzione superiore al Full HD e grazie al sistema di pannelli a cristalli liquidi LCOS, le immagini sono nitide e cristalline consentendoci di percepire anche i più piccoli particolari. L’uso della combinazione di tecnologie trasmissive e riflessive di tale portata rende il progetto un unicum anche nel panorama delle realizzazioni di videoinstallazioni immersive.

Le musiche di Stefano Saletti contribuiscono ancor più ad accorciare le distanze con l’opera e ad approfondire la conoscenza del linguaggio dell’artista, divenendo parte del racconto, con l’intenzione di dare un suono alla luce proveniente dalle immagini. Insieme all’esperienza visiva e auditiva, il visitatore potrà vivere anche un’esperienza olfattiva, con le fragranze selezionate appositamente dai maestri.

L’intera installazione è collocata al secondo piano del Palazzo delle Esposizioni e suddivisa in momenti che porteranno l’attenzione sui grandi temi della produzione caravaggesca.  Il percorso si aprirà con la LUCE, elemento caratterizzate dell’opera di Caravaggio, in cui sarà presentata tra gli altri anche La Vocazione di San Matteo. Caravaggio nella sua pittura rivoluziona l’uso della luce. Inventa per la luce una funzione compositiva, strutturale e simbolica del tutto nuova. La luce diviene così l’elemento che svela il reale. Lo rende evidente, vivo, ai nostri occhi.

E’ una ricerca che porta il giovane Caravaggio a dipingere La Vocazione di Matteo. Un’opera rivoluzionaria per stile compositivo e significati. Un nuovo modo di percepire emotivamente lo spazio: il gesto terreno del Cristo e la luce divina che proviene dalle sue spalle. Tutti i personaggi seduti al tavolo sono illuminati. Ma solo Matteo ne percepisce il bagliore e si sente chiamato. Indica se stesso, per affermare di aver inteso che la luce di Dio proprio a lui era rivolta.

La luce in Caravaggio permette di svelare i personaggi facendoli emergere dall’oscurità, dalle tenebre a cui sono destinati. Luce divina e terrena allo stesso tempo. Nel corso degli anni il suo stile si muove nelle forme e nei colori, ma la luce rivelatrice rimane l’elemento compositivo costante.

A seguire il NATURALISMO nel quale con Bacco, L’amore vincitore, I musici, si animeranno scene di vita vissuta e giovani personaggi che Caravaggio incontrava nelle botteghe, nei palazzi e fra le strade di Roma. Successivamente trova spazio la TEATRALITA’, raccontata attraverso l’individuazione degli elementi compositivi e strutturali delle opere, spogliando le tele dei colori e della luce per rivelare in primis le forme compositive essenziali. Il percorso prosegue con La VIOLENZA, in cui vengono ripercorsi episodi a essa legati, esecuzioni pubbliche, zuffe fra i vicoli e nelle osterie, le inquietudini, le vendette.

Infine i LUOGHI DI CARAVAGGIO, che ci ha permesso di seguire cronologicamente la vita e l’arte del Merisi in un ideale viaggio attraverso i luoghi della sua vita seguendo cronologicamente  le principali fasi della sua esistenza. La sua opera intera, al termine del percorso,  è stata raccolta in una galleria virtuale in cui abbiamo potuto godere dei lavori nel loro insieme.

Caravaggio EXPERIENCE rappresenta un ampio progetto culturale che, accanto alla spettacolarità delle grandi dimensioni e delle suggestive musiche avvolte da antichi odori,  affianca una volontà didascalica, in cui l’uso della terza dimensione e delle soluzioni grafiche ci hanno guidato progressivamente attraverso i processi creativi dell’Artista.

Qui vediamo infatti una sorta di spettacolare messa in scena della pittura caravaggesca  realizzata in modo tale da suggerire allo spettatore un modo nuovo di guardare quelle opere celeberrime e venerate. Questo modo nuovo è una vera e propria immersione dentro immagini gigantesche che incombono su di noi e esaltano la nostra stessa capacità di accostarsi ai dipinti e quindi di pensare e di emozionarsi. Così davanti ai nostri occhi appaiono, con una evidenza ancor più forte rispetto alla normale conoscenza, i grandi argomenti trattati dal Caravaggio senza bisogno di particolari spiegazioni critiche dato che  l’atto stesso del vedere viene avvertito come un atto critico.

Le immagini dilatate e focalizzate costringono in qualche maniera a soffermarsi su aspetti che non necessariamente vengono normalmente notati ma sono proprio la quintessenza dell’ arte caravaggesca, come appunto la luce, il naturalismo, la teatralità, la violenza. Il fascino emanato dalla figura del Caravaggio è nello stesso tempo chiaramente spiegabile e quasi impenetrabile nella sua sostanza più profonda.

Lo spettacolo è basato proprio sulla strana dialettica tra ciò che è evidente e ciò che, malgrado tutto, resta al limite dell’incomprensibile ma non per questo è meno avvincente e coinvolgente, anzi emana una forza di attrazione che non ha eguali nell’arte occidentale.

Foto: Michele Scarnera

                 

 

COMMENTI DEGLI UTENTI

Non ci sono commenti relativi a questo articolo