Made in Italy Home
Posted in Arte, Ecocultura
6/07 2013

Il Museo del Louvre: rinnovo dell’illuminazione LED

Il Museo del Louvre: rinnovo dell’illuminazione LED per la Monna Lisa e le Stanze Rosse

La rive droite, l’architettura piramidale del Museo, una sapiente illuminazione, tante le sensazioni davanti ad immagini di questo tipo, emozionante dunque l’arrivo per la nostra redazione in occasione della cerimonia per la celebrazione del completamento del rinnovo dell’illuminazione delle opere della Monna Lisa e delle Stanze Rosse all’interno del Louvre.
Alla cerimonia hanno partecipato il Vice Presidente Executive di Toshiba, Mr. HidejiroShimomitsu e il General Manager del Museo del Louvre, MrHervéBarbaret.

E’ stata dunque rinnovata l’illuminazione della Piramide, dei Pyramidion e del Padiglione Colbert (dicembre 2011) e dellaCourNapoleon (maggio 2012) – testimonianza dell’investimento del Louvre nella preservazione ambientale. I rinnovamenti hanno infatti diminuito drasticamente il consumo di energia, raggiungendo una riduzione del 73% dell’energia prodotta dall’illuminazione esterna.

Il rinnovamento dell’illuminazione della Monna Lisa e delle opere nelle Stanze Rosse è stata la prima occasione in cui i LED Toshiba sono stati utilizzati per l’illuminazione interna del museo, ed ha permesso l’installazione di una nuova generazione di prodotti di illuminazione. Le lampade e gli impianti di illuminazione hanno incrementato la resa del colore dei dipinti, hanno eliminato completamente le radiazioni UV e IR e ridotto il consumo di elettricità per l’illuminazione delle Stanze Rosse e della Monna Lisa.

Una lampada unica, altamente innovativa, è stata installata di fronte alla Monna Lisa e nascosta nella mensola posta a fianco del dipinto. La lampada utilizza 34 LED e consente la compensazione del cambiamento di colore causato dal vetro protettivo e dalla luce naturale. Questa lampada include diversi sistemi ottici per inquadrare il dipinto e per mantenere la completa uniformità di illuminazione del capolavoro. Un sistema di controllo innovativo, che consente al Museo del Louvre di adattare lo spettro della lampada con la massima precisione, è stato sviluppato per garantire la più alta fedeltà ai colori possibile.

Il palazzo del Louvre evolve costantemente nel corso degli anni, pur risalendo la sua costituzione ormai a molti secoli orsono. Ancora oggi, la creazione di questa nuova lampada appositamente per la Monna Lisa è il risultato di una collaborazione iterativa tra illustri specialisti. Nel 2005, un faretto nuovo e ultramoderno è stato progettato per la presentazione della Monna Lisa all’apertura della Salle desEtats.

Il prossimo passo della partnership riguarderà l’utilizzo di LED nella Cour Carrè (un cortile quadrato) entro la fine del 2013 e nella Hall Napoleon nella prima metà del 2014 (già in programma).

Prosegue così una serie di nuovi progetti di illuminazione su scala globale in seno ad una strategia che voleva creare una nuova “cultura akari(di illuminazione)” in armonia con le persone e l’ambiente.

E’ stato creato un sito web dedicato che descrive nel dettaglio tutte le fasi del progetto:
URL:http://www.toshiba.co.jp/lighting/jp/project/louvre.htm

La Monna Lisa e le Stanze Rosse del Museo del Louvre

Monna Lisa
Il ritratto di Leonardo da Vinci è conosciuto come un simbolo del Rinascimento. È stato dipinto a Firenze tra il 1503 e il 1506 e si pensa ritragga Lisa Gherardini, moglie del mercante di abiti fiorentino Francesco del Giocondo – da cui il titolo alternativo, La Gioconda. La Monna Lisa, che si distingue per la tecnica di ombreggiatura tipica di da Vinci nota comesfumato e per un uso intelligente della prospettiva aerea, esercitò un’enorme influenza sulla pittura occidentale successiva. Il lavoro faceva parte della collezione reale di Francesco I ed è famoso ancora oggi per l’emblematico e misterioso sorriso di Monna Lisa, oltre che per il furto del dipinto dal museo avvenuto nel 1911.

Le Stanze Rosse
La galleria espone dipinti rappresentativi della Francia del XIX secolo. Sono ricercati dalla maggioranza dei visitatori del museo per la magnificenza di capolavori quali la Consacrazione dell’Imperatore Napoleone I e l’Incoronazione dell’Imperatrice Giuseppina di Jacques-Louis David, e La Grande Odalisca di Ingres, tutti appesi a muri rossi.

 

COMMENTI DEGLI UTENTI

Non ci sono commenti relativi a questo articolo