Made in Italy Home
Posted in Arte
14/12 2010

Luci d’Artista

Un’edizione speciale di Luci d’Artista
aspettando i festeggiamenti
per i 150 anni dell’Unità d’Italia

Ritorna la prima esperienza italiana che coniuga arte e paesaggio urbano attraverso l’impiego della luce.

Le nuove opere di Tobias Rehberger, Carlo Bernardini e Richi Ferrero
il Tappeto Volante di Buren con i colori della bandiera italiana
per una mostra open-air di livello internazionale.
Luci d’Artista apre la stagione dell’arte contemporanea a novembre

Ritorna Luci d’Artista, la prima esperienza italiana capace di mettere in scena l’interazione tra arte e paesaggio urbano attraverso l’impiego della luce, in una “edizione speciale” che vedrà le “Luci” illuminare Torino in onore del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

La manifestazione – progettata dalla Città di Torino, dalla Fondazione CRT, dalla Compagnia di San Paolo e dal Gruppo IREN, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Piemonte, la Camera di Commercio di Torino e con il supporto tecnico del Teatro Regio – è uno degli appuntamenti principali all’interno di Contemporaryart Torino Piemonte, il calendario che caratterizza la stagione autunnale delle arti contemporanee con la programmazione di eventi relativi alle arti visive, alla musica, al teatro, al cinema e alle performing arts.

Venti installazioni di altissima qualità e impatto visivo, realizzate da altrettanti artisti di fama internazionale, sono collocate per l’occasione in punti diversi della città, dando vita ad una vera e propria mostra “open-air” e a un originale percorso di luci. L’inverno torinese si anima così di una suggestiva atmosfera, un viaggio emozionale rivolto sia ai cittadini sia ai turisti, attraverso una serie di “set” d’eccezione.

L’evento, riconosciuto in Italia e all’estero come il simbolo di una Torino in costante fermento artistico, ha dimostrato nel tempo di avere la capacità e le potenzialità per avvicinare la gente comune l’arte contemporanea, promuovendo il dialogo fra questi due soggetti.

La collezione di quest’annoi si arricchisce di tre nuove opere: My noon di Tobias Rehberger, Cristallizzazione sospesa di Carlo Bernardini e Bwindi Light Masks di Richi Ferrero.

Nella tredicesima edizione, grazie a uno scambio con la città di Lione (alla quale Torino darà in prestito il lavoro Palle di neve di Enrica Borghi), doveva essere esposta anche la luminaria Ressort et Tortillons di Cie Leblanc. A causa dei blocchi al trasporto delle merci, operante da qualche settimana in Francia, l’installazione non è giunta a Torino in tempo utile per l’allestimento.

My noon di Tobias Rehberger, un grande orologio luminoso che scandisce le ore in formato binario, sarà allestito in piazza Castello.

Cristallizzazione sospesa di Carlo Bernardini, un lavoro realizzato con i fili di fibre ottiche e strutturato come una concatenazione di più installazioni, percorrerà il cortile di Palazzo Bertalazone in via san Francesco d’Assisi.

Bwindi Light Masks di Richi Ferrero, quaranta maschere identiche provenienti da un’area di confine tra Congo e Uganda, verranno collocate come piccoli monoliti in ordine sparso e illuminate nel cortile di Palazzo Chiablese.

A esse si affiancheranno le opere di Daniel Buren, il cui Tappeto volante allestito sempre nell’antica piazza delle Erbe, quest’anno, in edizione speciale, si accenderà di bianco, rosso e verde, di Francesco Casorati, Nicola De Maria, Marco Gastini, Carmelo Giammello, Rebecca Horn, Joseph Kosuth, Qingyun Ma, Luigi Mainolfi, Mario Merz, Mario Molinari, Luigi Nervo, Domenico Luca Pannoli, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Luigi Stoisa e Gilberto Zorio.

Sulla centralissima via Roma si potrà ammirare Noi di Luigi Stoisa; in via Garibaldi un filo rosso in flexneon retto da sagome geometrizzanti di uccelli è il Volo su… di Francesco Casorati; Palomar di Giulio Paolini, opera concepita come un antico atlante astronomico, illumina via Po.

Confermata nella monumentale piazza San Carlo, “salotto” della città, Regno dei Fiori: nido cosmico di tutte le anime di Nicola De Maria; Neongraphy, la grande insegna al neon con immagini di ideogrammi di Qingyun Ma, impreziosirà nuovamente il portone d’ingresso della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

Adiacente al Teatro Regio, in Piazzetta Mollino, sarà riallestito il colorato Vento Solare di Luigi Nervo e nella pedonale via Lagrange si potrà leggere la storia Luì e l’arte di andare nel bosco di Luigi Mainolfi.

I Piccoli spiriti blu di Rebecca Horn, cerchi di luce capaci di donare un aspetto surreale e onirico, dominano la città dal Monte dei Cappuccini; Il volo dei numeri di Mario Merz, la luminosa sequenza numerica di Fibonacci, in cui ogni numero è la somma dei due precedenti (1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89…) si allunga sulla cupola della Mole Antonelliana.

Michelangelo Pistoletto a Porta Palazzo, sull’Antica Tettoia dell’Orologio, nel cuore di uno dei mercati all’aperto più grandi d’Europa, usa neon colorati per scrivere Amare le differenze in 39 lingue diverse.

Marco Gastini ha “dipinto” il soffitto della Galleria Subalpina con i segni luminosi dell’opera L’energia che unisce si espande nel blu; all’entrata Sud della città, nel laghetto di Italia ’61, è situata Luce Fontana Ruota di Gilberto Zorio, una stella rotante che evoca un mulino; ai Murazzi prenderà luce Doppio Passaggio (Torino) di Joseph Kosuth,

Passeggiando in via Pietro Micca sotto il Planetario di Carmelo Giammello sarà possibile incontrare, all’altezza di via Prati, L’amore non fa rumore di Domenico Luca Pannoli, mentre il Concerto di parole di Mario Molinari ci accompagnerà ai Giardini Reali.

Le Luci d’artista si potranno ammirare dal 3 Novembre 2010 al 16 gennaio 2011.

Le opere di Buren, Gastini, Horn, Kosuth, Merz, Pistoletto e Zorio saranno riaccese il 17 marzo e rimarranno allestite per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Per permettere a cittadini e turisti di vivere al meglio il ricco calendario di eventi e iniziative di ContemporaryArt Torino Piemonte, l’agenzia Turismo Torino e Provincia ha inoltre ideato alcune proposte ad hoc:

PASSEGGIATE SOTTO LE LUCI, un suggestivo tour a piedi, in compagnia di una guida professionista, della durata di un’ora e mezza, che si svolge tutti i sabati alle h 17 dal 13 novembre 2010 al 14 gennaio 2011. www.turismotorino.org/visite_guidate.

Il CITY SIGHTSEEING TORINO, l’autobus rosso a due piani, che tutti i sabati, le domeniche e i giorni festivi prevede una corsa esclusiva alle h 18 della durata di un’ora per ammirare le Luci d’Artista; dal 6 novembre 2010 al 15 gennaio 2011
www.turismotorino.org/busturistico.

WEEKEND CONTEMPORARY ART, valido a novembre e dicembre, è un’occasione imperdibile con tariffe a partire da 99,00€ a persona per: 2 pernottamenti in camera doppia con prima colazione, 1 Torino+Piemonte Card della durata di due giorni per ogni adulto partecipante (un bambino sotto i 12 anni può dormire gratis con i genitori) e 1 biglietto a persona per scoprire lo spettacolo di Luci d’Artista comodamente a bordo dell’autobus turistico CitySightseeing.
Per informazioni e prenotazioni:
www.turismotorino.org/weekendluci

WEEKEND SPECIALE CAPODANNO, valido da giovedì 30 dicembre 2010 al 2 gennaio 2011, prevede con tariffe a partire da 128,00€ a persona: 2 pernottamenti in camera doppia con prima colazione, 1 Torino+Piemonte Card della durata di due giorni per ogni adulto partecipante (un bambino sotto i 12 anni può dormire gratis con i genitori), 1 Merenda Reale a persona, 1 biglietto a persona per il concerto di Capodanno presso il Conservatorio Giuseppe Verdi e 1 biglietto a persona per l’autobus turistico CitySightseeing.

Per informazioni e prenotazioni:
www.turismotorino.org/capodannoatorino

Info:
www.contemporarytorinopiemonte.it
www.torinocultura.it
www.torinoplus.it
www.turismotorino.org

Città di Torino – Luisa Cicero
Servizio centrale informazione e rapporti con il cittadino
Ufficio Stampa e relazioni con i media
011/4421932 mobile 3462356935
fax 011/442.23.01
luisa.cicero@comune.torino.it

Turismo Torino e Provincia – Silvia Lanza
tel. +390118185011
mob: +393498504589
s.lanza@turismotorino.org

 

COMMENTI DEGLI UTENTI

Non ci sono commenti relativi a questo articolo