Made in Italy Home
Posted in Arte, Comunicazioni
9/06 2017

Pomezia Light Festival

Pomezia Light Festival: il 9, 10 e 11 giugno la Città si trasforma in un teatro a cielo aperto per il primo Festival delle Luci.

Una tre giorni interamente dedicata alle luci: realtà aumentata, videomapping, performance digitali, istallazioni artistiche, incontri, workshop ed esposizioni.

“Un evento unico – spiega la vice Sindaco Elisabetta Serra – che vedrà Pomezia trasformarsi in un teatro all’aperto e ospitare le installazioni di 12 artisti italiani e internazionali in grado di valorizzare con le loro opere edifici, luoghi e strutture particolarmente interessanti, e allo stesso tempo rileggere in chiave critica situazioni architettonicamente problematiche. La prima edizione del Pomezia Light Festival esorta i partecipanti a riflettere su un tema molto attuale e produrre proposte progettuali basate su queste riflessioni. Il tema centrale è la realtà aumentata, intesa come percezione potenziata della realtà circostante, chiediamo pertanto agli artisti di creare opere che aumentino la percezione del reale con l’intento di creare delle opere che riescano a mostrare i luoghi scelti sotto una veste diversa; un modo per stimolare la fantasia degli artisti tramite delle riflessioni sul rapporto tra luogo, spettatore e creazione, ma è anche un giocare finalizzato a rielaborare e rivestire il territorio.”

L’evento si articolerà su tre giorni in cui si svolgeranno attività diurne e serali. Con incontri, workshop, seminari dove tutti sono invitati a partecipare.

Tra gli artisti che parteciperanno, ricordiamo Benna con The Blur, Bi-Nomi,  Andrea Mammuccari e Biancamaria Centaroli, realizzerà  Lumenkami, è un’installazione di sculture in cartonato, ottenute con la tecnica degli origami, che riproducono le fattezze di diversi animali marini a misura d’uomo con il fine di farci entrare in un piccolo cosmo molto singolare, dove ogni grandezza è invertita.