Made in Italy Home
Posted in Arte
9/02 2017

Van Gogh Alive – The Experience

Dal 25 ottobre 2016 al 26 marzo 2017, le sale del Palazzo degli Esami di Roma, permetteranno allo spettatore di immergersi in un’esperienza emozionale, attraversando un percorso che si snoda tra grandi spazi, dove sono proiettate le opere del pittore, grazie alla “Van Gogh Alive – The Experience”

Il visitatore  si fonde con le 3.000 immagini che si animano e con le pareti, le colonne, i soffitti e i pavimenti che si muovono grazie all’innovativa tecnologia video, grazie al sistema multimediale unico, sviluppato da Grande Exhibitions, che armonizza motion graphic multicanale, suono surround di qualità cinematografica, con oltre 40 proiettori ad alta definizione per fornire immagini dettagliate e particolari in primo piano, come spiega Rob Kirk, curatore per Grande Exhibition.

La visita si trasforma così in una vera e propria esperienza, che coinvolge, non solo la vista ma tutti i sensi., il visitatore si ritrova così a viaggiare attraverso le  800 opere che il Maestro ha composto tra il 1880 e il 1890, oltre che attraverso la vita privata del pittore attraverso un excursus, realizzato con numerose immagini di citazioni tratte dalle lettere al fratello minore Teo.

“L’opera di Van Gogh – sottolinea l’esperto d’arte Sergio Gaddi – ha la violenza dei sentimenti e delle emozioni, la sua pittura è sintesi mirabile della potenza visionaria e drammatica della sua stessa vita. “Van Gogh Alive – The Experience “è un viaggio poetico tra i capolavori dell’artista, è un’esperienza viva e magnetica nelle pennellate che hanno rivoluzionato la storia dell’arte”.“ Lo stabile – precisa Simone Mazzarelli, CeoNinetynine- è stato messo a disposizione per dare vita ad una vera e propria riqualificazione. Così il palazzo di inizio Novecento riapre i battenti e per la prima volta sarà fruibile dal pubblico, ospitando al suo interno una mostra di fama internazionale. Un’esposizione che punta a un connubio con il quartiere, Trastevere, da sempre apprezzato da turisti.

Patrizia Palazzo

 

COMMENTI DEGLI UTENTI

Non ci sono commenti relativi a questo articolo