Made in Italy Home
25/11 2014

Luceonline a Bruxelles

Luceonline a Bruxelles

La redazione di Luceonline è andata alla scoperta di una delle più importanti capitali europee: capitale de facto dell’Unione europea essendo la sede di alcune delle sue più importanti istituzioni, tra cui il Parlamento europeo.
Tanti luoghi suggestivi, in cui la luce gioca un importante ruolo, fra questi, la Grand-Place, riconosciuta patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco, è considerata una delle più belle piazze del mondo, grandi scrittori come, Victor Hugo, Baudelaire e Karl Marx ne rimasero affascinati.

E‘ circondata da magnifici edifici, che risalgono alla fine del XVII secolo; la Grand Place a Bruxelles è stata rinnovata con un impianto a tecnologia LED, è stato definito un piano della luce per realizzare un’atmosfera speciale con un impianto di illuminazione in grado di enfatizzare le facciate degli edifici che si affacciano sulla piazza Un sistema di illuminazione flessibile, innovativo, basato sui principi del risparmio energetico e della riduzione degli interventi di manutenzione. Questo soluzione è riuscita ad abbassare il costo energetico circa dell’80% . Si tratta di 27 edifici illuminati da una luce bianca che crea accenti luminosi precisi che ne evidenziano l’architettura.


Soltanto durante serate speciali viene attivato un programma dinamico RGBW che genera illimitati effetti di luce. Sono stati installati più di 1.650 proiettori a LED; questo sistema dà la possibilità ad ogni singolo apparecchio di variare in modo indipendente luminosità e intensità grazie a un sistema di controllo centralizzato. E’ stato inoltre installato anche un nuovo sistema audio, un progetto dunque concepito in maniera minuziosa.
Altra attrattiva e simbolo di

Bruxelles e del Belgio è l’ATOMIUM, costruito in occasione dell’Esposizione Universale del 1958, è una realizzazione unica nella storia dell’architettura e per questo è più popolare. Entrare nell’Atomium, significa effettuare una passeggiata surreale attraverso tubi e sfere, e tunnel luminosi multisensoriali.
Molte le mostre all’interno, permanenti e temporanee, oltre a laboratori futuristi. L’Atomium permette anche di vedere lo straordinario panorama della città di Bruxelles.
Spettacolare e suggestiva anche l’illuminazione notturna di 2.970 diodi.

Il viaggio è stato inoltre caratterizzato dalla possibilità di visitare con una delegazione pugliese il Parlamento Europeo (PE) per una due giorni dedicata alla battaglia NO TRIV ed alla proposizione di un nuovo modello energetico.
Una visita all’Istituzione Europea con la possibilità di assistere ad una conferenza mirata a mettere in evidenza l’assurdità economico-strategico-ambientale dell’insistenza sull’uso delle energie da fonti fossili, e allo stesso tempo mirata a proporre
modelli alternativi, sostenibili, efficaci e funzionanti.

per g.c. Chain Rap

 

COMMENTI DEGLI UTENTI

Non ci sono commenti relativi a questo articolo