Made in Italy Home
Posted in Formazione
8/12 2009

Master Light design – IED – edizione 2009

Il Master in Light Design, conclusa la sua 5° edizione, ha avuto l’obiettivo di trasmettere la cultura della luce,
intesa sia come uno strumento espressivo e compositivo ad integrazione ed esaltazione delle qualità
architettoniche, sia come strumento autonomo di progetto.

I progetti sviluppati sia all’interno dei laboratori,
sia a contatto diretto con le imprese, hanno permesso agli studenti di mettere costantemente alla prova la propria creatività e le proprie capacità di sintesi progettuale.
Direttore del Master: Raoul Schoumaker, Industrial Designer (r2d design studio) specializzato nel
management di prodotti/progetti.
Per Informazioni
Email: master@milano.ied.it
Sito Internet: www.ied.it/master/design/milano
Telefono: +39 02 5796951

BUBBLES
progetto di Onil Paxtot
Master: Lighting Design
Coordinatore: Raoul Shoumaker
Docente: Louis Clair

Nel mio progetto l’acqua, presente all’interno del parco, è un elemento fondamentale. La sensazione che ho cercato di creare con le mie istallazioni luminose è quella di galleggiare sotto la superficie dell’acquacome in un sogno.
Delle sfere luminose in movimento creano l’impressione di camminare in mezzo a mille bolle d’acqua.
Queste sono appese (nella zona del sottopassaggio) o agganciate al terreno tramite un filo e fluttuanti,
grazie all’elio che le riempie (nel resto del parco) dando movimento all’illuminazione.

Obiettivo del Master è stato offrire la possibilità a giovani Architetti e Designer di diventare progettisti formati ed
autorevoli nel design della luce.

DON’T PASS-IT
A project by Anna Kadurina

Il progetto prevede un doppio livello di lettura: il primo per chi usufruisce dello spazio sottostante
l’autostrada di Parco Rubattino, il secondo per chi passa in macchina sull’autostrada.
Il primo livello di lettura prevede il posizionamento di apparecchi lineari a LED colorati nella zona adesso
cupa, spaventosa, sporca e decisamente poco accogliente, trasformandola in un’area fruibile da famiglie
con bimbi ed animali, da sportivi o da chi semplicemente si vuole incontrare con gli amici dando vita ad
un posto altrimenti dismesso e degradato.
Il secondo livello di lettura prevede un sostanziale cambio del paesaggio; chi passa in macchina
sull’autostrada non solo fruirà della luce colorata (derivante dallo spazio sottostante), ma all’orizzonte
vedrà trasformarsi il solito grigio paesaggio industriale in un paesaggio surreale dove le ciminiere ed il
fumo delle fabbriche sono colorati (tramite una rete di LED e dei proiettori LED RGB).

Il Parco Incantato
a cura di Francesca Beretta

L’area del Parco Rubattino (Milano, Zona Lambrate) ha vissuto il suo periodo d’oro con il fiorire della
fabbrica Innocenti/Maserati. Oggi rimangono solo capannoni abbandonati. Grazie a questo progetto il
parco si trasformerà in un giardino incantato.
Quando scende la notte migliaia di lucciole illuminano il parco. Le lucciole sono fibre ottiche RGB che,
cambiando temperatura colore – dal bianco freddo a quello caldo – e intensità luminosa, generano un
effetto pulsante. Le lucciole sono posizionate nel giardino e nel lago, mentre sul tetto sono posizionate delle mattonelle a led Solar Energy.
Un gioco di luci e proiezioni trasformano gli alberi in colonne e le colonne sottostanti l’autostrada in alberi. Questo effetto è dato dall’illuminazione degli alberi con un fascio di luce stretto e con delle videoproiezioni rappresentanti fogliame e lucciole sulle colonne.

THE ROYAL INVITATION
A cura di Madan Richa

Quando il crepuscolo abbraccerà Milano durante l’evento d’inaugurazione dell’EXPO 2015, il Parco
Rubattino risplenderà presentando un regno magico. Le luci scintillanti riflesse nel vellutato cielo blu
celebreranno la rinascita della fabbrica abbandonata Maserati in un Palazzo di Cristallo recuperando il suo
viaggio iconico attraverso il secolo.
Questa splendida commemorazione richiede un invito reale e la magnificenza di un tappeto rosso diretta
da una sensazione calda e sfocata delle luci guida. L’illusione di vedere questo luogo come un enorme
sentiero verso un mondo sontuoso mi ha portato a trasformare la fantasia in realtà.
Il percorso lungo il tappeto rosso è illuminato da lampade HIT 70 W con filtri rossi che fungono da guida
verso l’entrata sopraelevata. La copertura prevede lampadari a bracci con lampadine incandescenti da
40W, che portano verso il palazzo di cristallo, realizzato attraverso l’utilizzo di potenti proiettori con
lampade HIT.

THE LIGHT OF THE FIRE
A cura di Miralles Escudero Camila Alejandra

Parco Rubattino sarà una delle parti periferiche di Milano riqualificate per l’EXPO 2015. L’asse est-ovest del parco connette zone dalla funzionalità diversa. Inizia da Piazza Dei Vigili del Fuoco, continua con un corridoio verde di alberi e termina con il bacino d’acqua di Parco Dell’Acqua.
L’ispirazione del mio progetto è la Luce Del Fuoco che apparirà dal punto iniziale, la Piazza centrale, grazie ad una fontana di fuoco per celebrare l’eroismo dei Vigili Del Fuoco. Attraversando il corridoio di
alberi la Luce Del Fuoco sarà presente, come un percorso ludico, tramite delle fiaccole che illuminano la
via. Il tragitto si conclude nel Parco Dell’Acqua, dove saranno presenti centinaia di candele che si
rifletteranno sull’acqua come in un’istallazione artistica.
Dal 1 maggio, e per l’intero mese, la Luce Del Fuoco sarà presente come un evento celebrativo all’interno
del parco.

 

COMMENTI DEGLI UTENTI

Non ci sono commenti relativi a questo articolo