Made in Italy Home
Posted in Ricerca
18/01 2014

Accessible Light

ACCESSIBLE LIGHT – Architettura STUDIOINMOVIMENTO

La grande sfida targata Architettura STUDIOINMOVIMENTO (Studio Associato di Arch. Consuelo Agnesi, Arch. Maria Grazia Bianchini e I.D. Rachela Refi) si chiama “Accessible Light” realizzata in collaborazione con l’azienda OnDemand Group Srl.
Consuelo Agnesi vive questi disagi in prima persona, essendo un architetto sordo, ha deciso di cogliere questa sfida, in modo da andare oltre ogni barriera, partendo dalla ricerca di una risposta concreta alle problematiche della sordità in qualsiasi ambiente, sia privato che pubblico.
La sordità è una disabilità invisibile e sconosciuta ma tangibile con determinate esigenze e problematiche annesse alla vita quotidiana. Ed in un mondo dove la comunicazione gioca un ruolo da protagonista, i sordi, non potendo partecipare o afferrare tutto ciò che non sia visibile ai loro occhi,sono emarginati. Tagliati fuori dal mondo della comunicazione e dal mondo sonoro. Di conseguenza anche la vita domestica diventa un’ insidia continua, quando si ASCOLTA CON GLI OCCHI e si ha la necessità che si traduca in visibilità tutto ciò che è messaggio sonoro,avviso,rumore e così via. Nello specifico, le persone con disabilità uditiva hanno difficoltà a recepire i messaggi sonori come il telefono, il campanello, il rumore dell’acqua , l’allarme antincendio, la fuga di gas etc.
Si sentiva l’esigenza di sviluppare una soluzione che garantisse sicurezza ed autonomia alle persone sorde, attraverso la facilitazione della comunicazione visiva all’interno di qualsiasi luogo pubblico e privato e che allo stesso tempo diventi un ambiente accessibile per tutti, non solo per le persone sorde ma anche per chiunque sia distratto o abbia esigenze particolari.
Un solo grande obiettivo: il benessere sociale senza discriminazione.

Così è nato Accessible Light, un sistema che assume una doppia funzione, non solo più una mera illuminazione ma anche una nuova forma di comunicazione. Che può andare bene anche per una persona udente distratta, un anziano e così via.
Accessible Light è sistema che consente la traduzione e codificazione di avvisi sonori in segnalazioni luminose.
Utilizza tecnologie all’avanguardia nel settore dell’automazione e supervisione, per facilitare l’accessibilità alla comunicazione ed incrementare la sicurezza domestica per le persone sorde. Inoltre può essere ampliato a tutte le utenze, nel pieno rispetto dei principi dell’Universal Design e può essere installato in qualsiasi ambiente pubblico o privato, interno o esterno, a seconda del tipo di esigenza. Altra innovazione è che tale sistema può essere anche in qualsiasi tipo di dispositivo mobile e collegato anche a dispositivi a vibrazione.
Accessible Light è risparmio energetico e controllo dei consumi, che coniuga progettazione estetica, scenografica e funzione sociale. Risponde ad un concetto moderno ed innovativo di accessibilità che diventa semplice progettazione universale, senza discriminazione, di qualità. Un primo passo importante, dunque, verso la sicurezza e l’autonomia della persona sorda grazie allo straordinario lavoro di Consuelo Agnesi e di Architettura STUDIOINMOVIMENTO.

Grazie alla 3T Costruzioni Srl, l’impresa edile che ha creduto fortemente nel nostro progetto, è stato possibile realizzare il primo appartamento accessibile alle persone sorde, in cui è stato implementato tale sistema, a Borghetto di Monte San Vito (AN).
In questo caso, essendo un prototipo, non è stato possibile poter riprogettare l’intero spazio, a renderlo adatto alle persone sorde, adottando anche le regole base della progettazione spaziale. Fatto sta che per ogni edificio, lo spazio può essere progettato anche adottando le regole base della progettazione per le persone sorde, oltre all’inserimento del sistema che viene eseguito attraverso uno studio illuminotecnico ad hoc, posizionando anche i faretti in punti strategici. In questo modo l’illuminazione acquista una funzione sociale, in quanto non è più solo illuminazione ma anche comunicazione.
Successivamente è stata realizzata anche la prima camera d’albergo accessibile alle persone sorde con lo stesso sistema, presso l’ “Hotel 3 Querce” di Camerano (An) del Dott. Emiliano Pigliapoco, presidente della Federalberghi della Provincia di Ancona e direttore dello stesso, aderente al Progetto di Turismo Accessibile della Marca Anconetana del Museo Tattile Statale Omero. In dettaglio, l’innovazione all’interno di un hotel è poter garantire alla persona sorda un soggiorno in piena autonomia in quanto Accessible Light offre la possibilità di essere uno strumento di comunicazione che elimina ogni barriera tra la camera e la reception. Un tabù finalmente sfatato, in cui si ha la possibilità di dialogare direttamente con la reception senza dover scendere nella hall, grazie alla chat e di avere la possibilità di utilizzare la sveglia in maniera visiva, oltre alla segnalazione di tutti gli allarmi sonori in visivi (antincendio,SOS etc), sempre con apposito progetto illuminotecnico. Un servizio che mette tutti alla pari.
Un progetto che ha avuto poi doppia valenza, in quanto può consentire anche ad una persona sorda di lavorare alla reception e quindi creare un ambiente favorevole.
Un primo piccolo grande passo verso una società più inclusiva.

 

COMMENTI DEGLI UTENTI

Non ci sono commenti relativi a questo articolo