Made in Italy Home
Posted in Ricerca
20/12 2008

Natale etico ed eco-sostenibile

Natale etico ed eco-sostenibile
Manarola, Las Palmas, Borgo Valsugana (Trentino)


Un presepe di luci “pulite” per Manarola

La grande cartolina natalizia di Mario Andreoli rimarrà accesa, grazie all’energia pulita e rinnovabile del sole, sino al 2 febbraio, giorno della Candelora.
Il presepe luminoso più grande del mondo, ideato e costruito dal ferroviere in pensione Mario Andreoli, torna ad illuminare la collina delle Tre Croci a Manarola.
Una maestosa cartolina natalizia da sempre bella, quest’anno diventa anche buona, etica ed ecosostenibile grazie all’impianto fotovoltaico voluto dal Comune di Riomaggiore e fornito dalla ditta Brianza Plastica su progetto dell’ingegnere Alessandro Perrone. Ai materiali poveri e di recupero che, nobilitati dall’estro e creatività dell’ormai ottantenne Mario, danno vita alla scena della natività e alle trecento figure del presepe, si aggiunge – per la trentaduesima edizione del presepe di luci – l’energia pulita e rinnovabile del sole.

Il lungo pomeriggio di festa ha avuto inizio alla stazione di Riomaggiore con l’arrivo dei ragazzi diversamente abili dell’Associazione SempliceMente di Genova che da quattordici anni lavora per promuovere un’immagine propositiva dell’handicap intellettivo, condizione necessaria per una reale integrazione sociale. Ad accoglierli Mario Andreoli, Lino Gogioso sindaco di Riomaggiore, un gruppo di escursionisti del CAI della Spezia e un infuocato tramonto che ha reso ancor più suggestiva la passeggiata lungo la Via dell’Amore.

Sulla terrazza panoramica sopra la stazione ferroviaria di Manarola, la banda musicale di Sestri Levante ha dato il benvenuto ai numerosissimi visitatori accorsi per assistere all’inaugurazione. Anche l’attesa per l’accensione delle 15.000 luci si è trasformata in un momento di festa grazie alle fisarmoniche degli spezzini Tullio Venturotti e Giovanni Piaggi, all’esposizione di alcuni strumenti storici del Museo della fisarmonica di Stradella di Voghera, ma soprattutto grazie agli speciali alberi di natale allestiti dall’Associazione SempliceMente, sagome di legno alle quali residenti e turisti hanno appeso i loro propositi e le loro speranze per il 2009 alle porte.

Oltre cinquanta fiaccole – sorrette da escursionisti del club Alpino, da una delegazione della Croce Rossa della Spezia e da un gruppo di amici milanesi di Mario Andreoli – e i tradizionali fuochi d’artificio hanno annunciato l’accensione del presepe: la buia collina delle Tre Croci si è infiammata di luci e bagliori e in un attimo si è trasformata in maestosa e suggestiva cartolina natalizia che rimarrà illuminata sino al 2 febbraio, giorno della Candelora.

http://press.parconazionale5terre.it
Silvia Paolillo

Albero di Natale ad Idrogeno

A Las Palmas (Spagna) è stato installato un albero di Natale di grandi dimensioni che simboleggerà la ricorrenza festiva nella città. L’albero dell’isola canaria è però abbastanza particolare, infatti l’illuminazione elettrica non sarà data dalla connessione alla rete, ma verrà fornità da un sistema isolato di celle a combustibile ad idrogeno.
Non è la prima volta che nel mondo viene portata avanti una simile iniziativa. Gia a Londra nel 2004 e in California nel 2006 si sperimentarono alberi di Natale con questo sistema. L’amministrazione comunale di Las Palmas ha portato avanti tale iniziativa per sensibilizzare ed avvicinare i cittadini all’esistenza, ai possibili benefici e ai profitti di simili sistemi energetici.

http://www.h2it.org/lang/en/2008/11/3251

Un altro albero di Natale ad idrogeno

E’ il progetto proposto dal Centro Formazione Professionale ENAIP di Primiero in collaborazione con ACSM S.p.A., l’Azienda Municipalizzata di di 13 Comuni del Trentino, attiva anche nel campo delle energie rinnovabili.
Un innovativo albero di Natale all’insegna della sperimentazione e del risparmio energetico
L’addobbo, realizzato totalmente con led (oltre 1 km di cavo per un totale di 10.000 led), garantisce un elevato risparmio energetico.
L’illuminazione sarà attivabile e disattivabile, da chiunque mediante l’invio di un semplice SMS, grazie ad un dispositivo realizzato dagli allievi del Centro.
Al raggiungimento di un soglia di contatti sms si avrà la devoluzione di una somma per la realizzazione di un progetto in Africa.
Un analogo albero con alimentazione convenzionale e da energia prodotta da un piccolo impianto fotovoltaico sarà installato anche presso il Centro di Formazione Professionale ENAIP di Borgo Valsugana.
www.smsstella.it

 

COMMENTI DEGLI UTENTI

Non ci sono commenti relativi a questo articolo